• Zero-Sei: a che punto siamo?

    Il prossimo 30 giugno 2018 dalle 9 alle 13 si terrà a Biella, presso il Palazzo Gromo Losa, il seminario conclusivo di un percorso formativo previsto dell’accordo tra 16 enti gestori di nidi pubblici e privati, finalizzato a garantire un’offerta formativa, trasversale alle diverse realtà organizzative.

    Infatti attraverso un protocollo d’intesa coordinato dal Consorzio I.R.I.S. e sulla scia della Legge della Buona Scuola (Legge n. 107/2015), che istituisce il sistema educativo 0-6, gli educatori dei nidi biellesi e le insegnanti delle scuole dell’infanzia hanno organizzato e co-gestito, dentro i propri servizi, una serie di laboratori di continuità destinati ai bambini di 3 e 4 anni, nella fase di passaggio da nido a materna. I laboratori sono stati 18 e il personale che li ha gestiti ha partecipato parallelamente a un percorso formativo, facilitato da professionisti esperti, che ha permesso riflessioni e confronti sui ruoli professionali, sulle differenti concezioni educative e visioni di bambino, sulle sintesi da ricercare per sostenere il bambino in una fase evolutiva delicata.

    Oggetto del seminario saranno le riflessioni in merito alle esperienze realizzate e sulle conoscenze di sistema acquisite. Si comprenderà quali sono state le ricadute dell’attività laboratoriale sui bambini, sui professionisti, su spazi, metodi e tecniche in uso nei Servizi. L’occasione per i partecipanti è importante, tenuto conto che l’esperienza effettuata non è stata estemporanea ma verrà ripetuta di anno in anno al fine di avvicinare due mondi e costruire concretamente il sistema di educazione 0-6 centrato sul bambino e sulla sua educazione.

    Durante la mattinata interverrà Caterina Segata, responsabile dell’area infanzia di Società Dolce.

    Il seminario è rivolto ad educatori dei nidi d’infanzia, insegnanti della scuola dell’Infanzia, amministratori comunali, responsabili di servizi educativi per l’infanzia e a dirigenti scolastici.

    Per informazioni:
    011 5187362
    349 1296353

    Per iscrizioni:
    inviare un’email a nagliato@inforcoop.coop indicando nome, cognome, organizzazione di appartenenza.

    È previsto attestato di partecipazione.

    scarica il programma

  • Ricordando l’Italia dei diritti

    Per giovani e adulti cresciuti nella democrazia, il 2 giugno è semplicemente una festa, ma per le persone anziane che hanno vissuto il fascismo, partecipato o subito la guerra e contribuito alla nascita della Repubblica italiana, è una giornata memorabile e ricca di ricordi ed emozione.

    A Galzignano Terme, la Residenza al Parco ha festeggiato con uno spettacolo di musica classica e contemporanea, che ha visti in scena Maurizio Franceschetti, responsabile tecnico del Comune e Annamaria Zuin
    Al termine, anziani, artisti e operatori hanno condiviso il pranzo, esperienza ormai in uso nella struttura, per facilitare le relazioni col territorio e affidare agli ospiti il ruolo di padroni di casa, dalla preparazione dell’accoglienza, alla partecipazione.

  • La casa di cura Toniolo entra in Colibri’

    Da qualche anno, Società Dolce ha avviato importanti esperienze ambulatoriali e residenziali in campo sanitario, settore in cui sta positivamente consolidando la propria presenza, anche attraverso partnership autorevoli. Tra queste, particolare rilevanza spetta al Consorzio Ospedaliero Colibrì, rete di 18 strutture sanitarie e sociosanitarie, per un totale di 3.158 posti letto autorizzati, 353.905 utenti serviti, 5.528 operatori e collaboratori e un fatturato complessivo di 260 milioni di euro.

    Da oggi, il Consorzio ha l’onore di accogliere l’adesione della Casa di cura “Madre Fortunata Toniolo” di Bologna, ospedale privato polispecialistico, centro di eccellenza nella medicina e chirurgia, guidato dalla congregazione delle Piccole Suore della Sacra Famiglia
    Nata per offrire un servizio dignitoso e di alto livello e portare il Cristo tra i più deboli, mette in campo l’insegnamento lasciato da suor Lamberta Bonora: il malato deve essere accolto e trattato come persona meritevole di ogni riguardo e di ogni rispetto.

    “Per il Consorzio Colibrì questa adesione segna un passo decisivo nella sua crescita regionale – spiega la presidente Claudia Sabatini – Con la casa di Cura “Madre Fortunata Toniolo” condividiamo l’espressione di impegno professionale e di servizio,  che si esprime tutti i giorni in una presenza premurosa accanto al paziente. Accomunano e integrano le due realtà, gli investimenti nella ricerca scientifica e nelle tecnologie più evolute, per garantire ai pazienti risposte, in termini di cure e assistenza, sempre più veloci e soddisfacenti”.

  • Cena di fine Ramadan al CANT di Parma

    Serenità e spensierata allegria hanno accompagnato la “cena di condivisione” tenutasi lunedì 18 giugno 2018 presso la Casa di Accoglienza Notturna Temporanea di Parma (Str. Santa Margherita 8/A) per celebrare Eid-Al-Fitr, la “festa della rottura” che sancisce la fine del Ramadan.
    Un ottimo cous cous ed un’insalata tipica della tradizione tunisina, entrambi preparati dall’Associazione Voce Nuova Tunisia, hanno deliziato i presenti.  

    L’evento, organizzato dall’Associazione Voce Nuova Tunisia in collaborazione con Società Dolce e Comune di Parma, ha contribuito a creare un clima di unione, di rispetto e conoscenza reciproci, libero da pregiudizi e convinzioni ideologiche.

     

  • ‘Insieme Danzando’ al Festival delle Culture 2018

    Dall’8 al 10 giugno 2018 musica, danze, incontri, laboratori, mostre, giochi e cibo da tutto il mondo si sono alternati nella cornice delle Artificerie Almagià (Ravenna) per la XII edizione del Festival delle Culture. Anche quest’anno la manifestazione è stata l’occasione per trattare temi come l’intercultura, il pluralismo culturale e la partecipazione dei migranti, sensibilizzando così la città su temi attuali quali l’antirazzismo e l’accoglienza. Filo conduttore dell’edizione 2018 “Le Cittadinanze”.

    Tra gli eventi più emozionanti, lo spettacolo finale del corso “Insieme danzando” che ha coinvolto tutto il pubblico domenica 10 giugno con i ritmi travolgenti della danza afro.
    “Insieme danzando”, corso ispirato alle danze tradizionali dell’Africa Occidentale, è un progetto promosso da Società Dolce e dall’Associazione Takadum ASCD, in un’ottica di integrazione e partecipazione attiva. Al corso, infatti, hanno partecipato anche alcune ospiti di Casa Maria e Casa Dunya, strutture di accoglienza per richiedenti asilo gestite da Società Dolce a Ravenna.  

  • Festa della Musica ai centri diurni di Parma

    In occasione della Festa della Musica, manifestazione mondiale che si tiene ogni anno il 21 giugno per celebrare il solstizio d’estate, i centri diurni per anziani Cittadella e Parma Centro, gestiti da Società Dolce a Parma, hanno organizzato due eventi a tema, che hanno emozionato tutti i partecipanti.

    Giovedì 21 giugno 2018, al Centro Diurno Parma Centro (Piazzale Allende 1) si è tenuta l’esibizione del coro della parrocchia Cristo Risorto. Gli ospiti del centro hanno partecipato attivamente, cantando insieme ai coristi brani tradizionali della religione cattolica e non, creando un’atmosfera magica di condivisione. 
    Nella stessa giornata, il Centro Diurno Cittadella (via Caduti e Dispersi in Russia 1/A) ha organizzato lo spettacolo canoro “Canta… nonni”, che ha regalato ai familiari degli anziani un prezioso momento di orgoglio e commozione. L’esibizione canora degli anziani, accompagnati da alcune componenti della Banda di Noceto, è stata seguita da una gustosa merenda offerta a tutti i partecipanti, per trascorrere insieme un pomeriggio divertente!

     

  • Colibri’ in Giappone

    Un viaggio ricco di studio e di insegnamenti, tra le migliori strutture sanitarie e socio sanitarie di Tokyo: è questo il bilancio più che positivo dei partecipanti allo Study Tour in Giappone, organizzato anche per il 2018 dal Consorzio Colibrì lo scorso mese di aprile. Per Società Dolce hanno partecipato all’iniziativa Sara Saltarelli, Responsabile Area Sede Assistenza alla Persona, e Stella Coppola, Responsabile Area Centro.

    “Due sono gli aspetti che intendo riprodurre nel modello sanitario di Società Dolce e che saranno anche base di discussione del laboratorio Salute, quale luogo di confronto e concertazione aziendale sui temi sanitari: l’umanizzazione e partecipazione del paziente al progetto di cura e l’integrazione tra pratiche ‘alternative’ e classiche” ha dichiarato Sara Saltarelli, intervistata dal Consorzio Colibrì al termine dello Study Tour.
    Leggi l’intervista completa a Sara Saltarelli
  • ‘Iftar insieme’ a Pianoro

    Condivisione, aggregazione e spiritualità hanno accompagnato la cena “Iftar Insieme”, tenutasi giovedì 16 giugno 2018, presso la Piazzetta Falcone e Borsellino di Pianoro (BO).

    Oltre 350 persone di origini, religioni e culture diverse hanno partecipato all’evento che ha celebrato l’Iftar, il tradizionale pasto serale consumato dai musulmani, che interrompe il digiuno quotidiano durante il mese del Ramadan. Presenti anche Franca Filippini, vicesindaco di Pianoro, Matteo Zuppi, vescovo di Bologna e Yassine Lafram, coordinatore della comunità islamica bolognese.

    La serata, organizzata dal Centro Socio Aggregativo E. Giusti, con la collaborazione del Comune di Pianoro e tante associazioni del territorio, tra le quali Società Dolce,  è stato un prezioso momento di interazione e incontro tra culture. 

    Leggi l’articolo “Sotto le stesse stelle e al medesimo tavolo comunità e religioni differenti” – Il Resto del Carlino, 17 giugno 2018

  • ‘Amiche rughe’ al Centro Diurno di Vado

    Da venerdì 22 giugno 2018 al via il progetto “AMICHE RUGHE: pratiche di sostegno per la terza e quarta età” che prevede il coinvolgimento del Centro Diurno Elena Zannini, gestito da Società Dolce a Vado (Monzuno- BO).
    Il progetto, presentato dall’Associazione Rughe Extra, prevede una serie di attività integrate che coinvolgono gli ospiti del centro, sani o con patologie cognitive di lieve e medio grado di compromissione ed eventualmente i loro caregiver. Le attività si snoderanno lungo un percorso di circa sei mesi e saranno suddivise per aree tematiche: dallo shiatsu, al geriatic mobility dog, passando per la tangoterapia, gli anziani avranno l’opportunità di mantenersi sani e attivi divertendosi.

    Scopri la locandina

  • Farm Therapy al Casalino

    Un’esperienza di pet therapy davvero speciale, quella sperimentata dagli ospiti della RSA Casalino di Loiano: caprette, pecore e agnelli, a passeggio per i prati intorno alla struttura e pronti a farsi accarezzare e accudire. 

    La presenza di animali nei servizi assistenziali aiuta ad aumentare il benessere delle persone e stimola i processi di riabilitazione. Vantaggi riconosciuti a livello scientifico in tutto il mondo, che hanno convinto anche alcuni ospedali e servizi sanitari ad aprire le porte dei reparti a cani e gatti.

    Società Dolce pone molta attenzione su questa attività e dopo la pet therapy con l’associazione “C’era una volta il cane”, la terapia con l’asino a Gavello (RO), ora si sperimenta la fattoria.

    L’esperienza è stata particolarmente gradita dagli anziani, molti dei quali hanno vissuto l’infanzia in campagna e, attraverso il ricordo, ha avuto su di loro un piacevole effetto terapeutico di stimolazione cognitiva.