• Settembre, il mese della vendemmia

    Un settembre frizzante per gli ospiti dei centri diurni per anziani Cittadella e Parma Centro, gestiti da Società Dolce a Parma!
    Immersi nel verde delle prime colline della città, gli anziani e lo staff dei due centri hanno visitato l’Azienda Vinicola “Ariola”, dove tra innovazione e tradizione nasce anche il vino “Marcello”, definito dai produttori il miglior “bollicine” del mondo. Al termine della visita, gli ospiti hanno festeggiato al Centro Diurno Cittadella con un delizioso spuntino a base di uva, rallegrato dalla musica di Salvo Dj.

  • GIROTONDO

    Il nido d’infanzia Girotondo, situato in posizione centrale a Fidenza è stato completamente ristrutturato nell’anno 2008, è un servizio educativo che ospita bambine e bambini in età compresa tra i 9 e i 36 mesi. Il nido è uno spazio di relazioni, di cura ed esperienze di gioco, pensate  attraverso il progetto pedagogico del servizio, condiviso con le famiglie all’interno delle diverse occasioni d’incontro, con il personale e la coordinatrice pedagogica.

    CONTATTI:
    051 6441211 | 337 1177466 (dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 18:00)
    infanzia@societadolce.it

  • ViVo – Villanova Volley al CRC Casalino di Loiano

    Lo sport è integrazione, lo sport è salute. Da questi binomi Società Dolce parte per promuovere il movimento, la vita all’aria aperta e lo spirito di squadra nei propri servizi.

    Dopo le nazionali paralimpiche di Sitting Volley e l’avvio allo sport per giovani con disabilità, il CRC Casalino, struttura residenziale riabilitativa di Società Dolce, ha ospitato la squadra femminile del Villanova Volley, partecipanti del Campionato di serie D.

    Un fine settimana di allenamenti presso il palazzetto comunale di Loiano e vita comunitaria, per cementare l’unione, la collaborazione e la conoscenza reciproca, nel contesto naturalistico dei colli bolognesi.

    Le atlete, accompagnate dall’allenatore Giovanni Giacobbe, hanno soggiornato negli appartamenti di foresteria antistanti la struttura, seguito un allenamento intensivo e goduto del relax e del riposo favoriti dal contesto.

  • Lorenzo e Gianna Zirotti

    La Residenza Sanitaria Assistenziale “Lorenzo e Gianna Zirotti”, inaugurata a giugno del 2006, è situata in località Conche nel paese di Sale Marasino.
    La struttura, a carattere socio-sanitario-assistenziale, accoglie persone anziane in via continuativa o temporanea. Dispone di tutti i confort necessari e grazie alle meravigliose vetrate poste su tutti i lati della struttura permette di godere di un panorama incantevole (fronte lago). Dispone di un ampio giardino per salutari passeggiate.
    Nel 2015 la residenza è stata ampliata con una nuova ala, con splendida vista sul Lago di Iseo, dotata di ogni confort e di una spaziosa palestra.
    La R.S.A. è organizzata in 5 nuclei su tre piani per complessivi 94 posti letto, di cui 60 accreditati e 34 autorizzati (posti di sollievo).

    La RSA si pone come obiettivi:
    – garantire un’elevata qualità tecnica nell’assistenza affiancata ad un’alta umanità,
    – sviluppare capacità funzionale residua della persona anziana
    – affrontare globalmente i problemi della persona anziana con interventi mirati e personalizzati
    – garantire formazione continua del personale per sostenere la motivazione professionale

  • Autonomia e vita indipendente: 1° weekend sociale

    Parte al CRC Casalino di Loiano il primo progetto di weekend di autonomia”, coordinato e condotto dal dott. Fiorinto Scirgalea, psicologo e case manager  dell’area Assistenza Alla Persona di Società Dolce, in collaborazione con Paola Brini dell’Associazione Genitori Ragazzi Down (GRD).
    L’associazione GRD opera a livello provinciale per sostenere ed aiutare i ragazzi a crescere equilibrati ed autonomi.

    L’obiettivo del progetto, che vede protagonisti 7 ragazzi dai 20 ai 30 anni con sindrome di Down, è la realizzazione di una serie di “weekend di autonomia”, da vivere in un contesto alternativo a quello familiare, rispondendo alle esigenze dei partecipanti e favorendo l’apprendimento, la consapevolezza e la relazione nel gruppo dei pari, favorendo così l’autodeterminazione.