• Inaugurazione nido d’infanzia “Piccolo Nido”

    20 NOVEMBRE 2021 ore 10.00
    Giornata Internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza

    Inaugurazione nido d’infanzia “PICCOLO NIDO”
    via Grazia Deledda 8 – Villanova di Castenaso (BO)

    Dopo il taglio del nastro, seguiranno laboratori espressivi e sensoriali, tenuti dalle educatrici delle sezioni Pulcini ed Elefanti e riservati ai bambini frequentanti.

    Piccolo Nido è il nuovo nido del Comune di Castenaso, a gestione diretta, ospita due sezioni da 16 bambini ciascuna, per un totale di 32 posti.
    I servizi ausiliari sono gestiti da Cooperativa Sociale Società Dolce.

     


    In relazione alle normative Covid-19, l’ingresso all’interno dei locali sarà contingentato e subordinato per gli adulti alla verifica del Green Pass.

  • Ciabatte Rosse

    In occasione della Giornata Internazionale contro la violenza di genere, giovedì 25 novembre, l’Associazione Giovani nel Tempo organizza l’incontro “Ciabatte Rosse”, che si terrà presso la Casa di Quartiere “Lunetta Gamberini” alle ore 15.
    Obiettivo dell’incontro è informare e sensibilizzare i partecipanti su una “violenza di genere” ampiamente sottovalutata, ovvero quella perpetrata attraverso i farmaci sulle donne anziane. Il relatore dell’evento sarà il dott. Ferdinando Schiavo, “onesto artigiano della neurologia e della neurologia dei vecchi” – come ama definirsi – e autore del libro “Malati per forza”, dove evidenzia appunto la necessità di una medicina maggiormente improntata all’ascolto e alla relazione medico-paziente.
    Assistiamo, il progetto di assistenza e riabilitazione a domicilio di Società Dolce, che da sempre promuove nelle sue attività la centralità della relazione di cura tra professionista e paziente, ha deciso di sostenere l’evento “Ciabatte Rosse” per sensibilizzare e informare la cittadinanza sul tema trattato.
  • MARAMEO

    Marameo nasce a settembre del 2008. La struttura è stata progettata e costruita dal Consorzio Karabak Quattro secondo criteri costruttivi all’avanguardia, con materiali ad alta compatibilità ambientale e in base ad un progetto architettonico ideato sulle esigenze educative dei bambini. Il servizio è gestito da Società Dolce in stretto raccordo con l’amministrazione comunale e secondo un progetto pedagogico capace di incontrare il bisogno di flessibilità dei genitori di oggi. Nato come nido d’infanzia, da settembre 2014 Marameo apre una sezione di scuola dell’infanzia e diventa un polo 0-6 anni.

    CONTATTI:
    051 6441211 | 337 1177466 (dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 18:00)
    infanzia@societadolce.it

    AREA RISERVATA AGLI ISCRITTI:
    Nido d’Infanzia
    Scuola dell’infanzia

  • In Rete – Unione Reno Galliera

    I Centri per Bambini e Genitori “In rete” offrono uno spazio di incontro e scambio per i genitori, momenti di confronto con l’educatrice del servizio, esperienze ludiche da condividere con gli adulti e i bambini.

    ATTIVITÀ GRATUITE DA NOVEMBRE 2021
    >>> È possibile iscriversi ad un solo Centro per Bambini e Genitori

    CONTATTI:
    Tel. 051 6441211 | Cell. 337 1177466
    infanzia@societadolce.it

  • Un’estate di svago all’insegna della ripresa

    Domenica 3 ottobre si è svolto l’ultimo appuntamento di festa mercato “Ritroviamoci in Lunetta” iniziata il 10 luglio. Sono stati vissuti bei momenti di aggregazione a cui hanno partecipato adulti, anziani e famiglie con un gran numero di bambini.

    Diverse attività: sketch teatrali con attori professionisti, lezioni gratuite di musica e canto con insegnanti qualificati. Un mercatino del riuso con vestiti, giocattoli e oggettistica. Un’area dedicata ai giochi da tavolo e di ruolo. E poi ancora danza, arte, yoga, arti marziali e un teatrino con burattini e marionette. Il centro sociale ha contribuito offrendo bevande e crescentine fatte al momento.

    Sono state domeniche di svago per tutti. L’obiettivo principale era quello di ritornare alla socialità dopo un lungo periodo in cui questa era  stata forzatamente evitata per l’emergenza sanitaria. Lo scopo è stato raggiunto. Questi eventi sono stati un’iniezione di benessere per tutti coloro che vi hanno partecipato. Ed è stato un trampolino di lancio per realizzare insieme altre situazioni di condivisione con i cittadini del quartiere. Se ciò che si desidera è “costruire” una comunità possiamo indubbiamente dire che si è partiti col piede giusto!

  • Attività gratuite di sostegno alla genitorialità

    CRESCIAMO INSIEME
    Attività gratuite di sostegno alla genitorialità in uno spazio di condivisione con i bambini e di confronto tra i genitori, attuate nell’ambito del progetto Rapporti Corti, selezionato dall’impresa sociale Con i Bambini

    PARTECIPAZIONE GRATUITA | ISCRIZIONE OBBLIGATORIA
    Spazio Polifunzionale “Spazio Incontro”
    Via Franco Bolognese 23/2a, Bologna (BO)
    Cell. 337 1177466 | infanzia@societadolce.it

    MATERNAGE PER GENITORI CON BAMBINI 0-3 ANNI
    Attività: sostegno alla genitorialità rivolto a mamme e papà di bambini 0-3 anni, attraverso il confronto con un’educatrice esperta e con il gruppo di adulti e bambini  frequentanti
    Quando: lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 10,00 alle 12,00
    Periodo: da settembre a giugno

    LABORATORI BAMBINI-GENITORI
    Attività: ciclo di 10 laboratori per creare momenti di socializzazione e comunità. I laboratori avranno come tema portante natura e sostenibilità ambientale, per favorire la consapevolezza di bambini e famiglie al rispetto dell’ambiente e del territorio che li circonda
    Quando: sabato pomeriggio dalle ore 16,00 alle 18,30
    Periodo: dal 13/11/2021 al 14/05/2022

    INCONTRI SERALI PER I GENITORI
    Attività: ciclo di 12 incontri rivolti a famiglie con bambini e ragazzi fino ai 14 anni, durante i quali si affrontano temi diversificati per ogni fascia d’età
    Quando: 1° e 3° mercoledì del mese dalle ore 20,30 alle 22,30
    Periodo: dal 6/10/2021 al 6/04/2022

  • Cicli di laboratori tematici per bambini 3-6 e 6-11 anni

    NATURALMENTE… IN GIOCO
    Cicli di laboratori tematici per bambini 3-6 e 6-11 anni

    Per info ed iscrizioni: Spazio Polifunzionale “Spazio Incontro”
    Via F. Bolognese 23/2a, Bologna (BO)
    Cell. 337 1177466 | infanzia@societadolce.it

    LABORATORI PER BAMBINI 3-6 ANNI
    Attività: laboratori pensati per stimolare la creatività e l’esplorazione attiva dei bambini, con particolare attenzione all’eco-sostenibilità, all’arte e alla scienza. I  laboratori saranno luogo di apprendimento e potenziamento delle abilità personali all’interno di uno spazio e di un tempo gioioso e creativo.
    Quando: sabato mattina con ingresso dalle ore 8,30 alle 9,30 ed uscita entro le ore 12,30
    Periodo: dal 2/10/2021 al 23/07/2022
    Costo: € 55 per ciclo di attività (n. 4 incontri)

    LABORATORI PER BAMBINI 6-11 ANNI
    Attività: laboratori studiati su diversi filoni tematici per stimolare la creatività e l’esplorazione attiva di ogni partecipante, stimolandone l’apprendimento ed il potenziamento delle abilità personali con particolare attenzione alla socializzazione e al confronto fra pari.
    Quando: martedì e giovedì dalle ore 16,00 alle 18,30
    Periodo: dal 5/10/2021 al 7/06/2022
    Costo: € 75 per ciclo di attività (n. 8 incontri)
    Disponibile un Servizio di trasporto e accompagnamento: educatori qualificati attenderanno i bambini all’uscita da scuola per portarli a Spazio Incontro, dove si  svolgeranno le attività.

  • Ritorno alla Lunetta

    Evento finanziato dal Patto di Collaborazione tra Quartiere Santo Stefano e associazione Naufragi, la quale, attraverso Laboratorio E20 (servizio di ASP Città di Bologna, gestito da Cooperativa Sociale Società Dolce) ha messo a disposizione i fondi previsti dal Patto per la realizzazione di un evento che ha visto coinvolte diverse realtà del territorio: Associazione “Il tuo amico portiere”, Associazione “Golem’s Lab”, Associazione AISA, Centro sociale Lunetta Gamberini, Scuola di musica Alfredo Impullitti, Scuola di ballo OliTango, compagnia teatrale Streben e Teatro Ridotto, Duo ocarina, associazione T-Thai, oltre a diversi volontari che hanno contribuito alla buona riuscita della festa.

    Dopo le vacanze estive, domenica 12 settembre al parco Lunetta Gamberini si è ritrovata una moltitudine di bambini accompagnati dai propri familiari per il secondo appuntamento di “Ritroviamoci”, la festa mercato promossa da Laboratorio E20; un’occasione per rivedere vecchi amici e conoscerne di nuovi godendosi ancora un po’ di sole in compagnia. Dopo un anno di distanziamento e chiusura le persone lentamente si stanno riavvicinando con le dovute cautele. Un mercatino di libri, giocattoli e oggettistica, il teatrino per bambini, giochi da tavola e di ruolo, danza e musica hanno fatto da contorno a questo evento. E’ stata una buona opportunità per stare insieme e riprendere i fili della socializzazione così provata da questi tempi di emergenza. L’organizzazione e la logistica hanno ricevuto il supporto di alcuni frequentanti del Laboratorio, che hanno partecipato alla preparazione della festa.

    La domenica successiva, 19 settembre, Ritroviamoci in Lunetta è stata arricchita da nuove proposte di svago e anche da momenti di riflessione finale in cui un gruppo di partecipanti e di passanti si è riunito in un cerchio per un “LabCafè” coordinato da Laboratorio E20 e la storica volontaria Cristina: un confronto di idee partendo da uno scritto di un filosofo di fine Ottocento sull’appiattimento della società e il trionfo delle apparenze. Non solo divertimento e leggerezza quindi, ma anche uno spazio per pensare. In questo secondo appuntamento in Lunetta inoltre, è stato offerto da Compagnia Streben uno spettacolo di pillole teatrali sulle difficoltà di comunicazione all’interno di una coppia.

    Queste due domeniche particolari sono avvenute grazie alla logistica gestita dal Laboratorio E20 e MTC tramite i suoi frequentanti, alle associazioni Golem’s Lab, associazione Il Tuo Amico Portiere, Compagnia Streben, Aisa addetti alla Sicurezza, associazione T-Thai, Scuola di ballo Olitango, Scuola di musica Impulliti, Duo Ocarina, Teatro Ridotto, oltre che associazione Naufragi e Q.re Santo Stefano.

  • RE.Care – Cura e Resilienza: una mano a chi si prende cura

    La pandemia da Covid-19 che ci ha travolti in questi ultimi due anni ha colpito in particolare le categorie più fragili, come anziani e persone con disabilità e di conseguenza i loro caregiver, ovvero coloro che si prendono cura e assistono il proprio familiare. La complessità e l’incertezza della situazione ha inevitabilmente riportato il carico di cura all’interno della gestione familiare, provocando dinamiche stressanti ancora più difficoltose per i caregiver. In questo contesto, il Distretto Città di Bologna dell’Azienda USL, a seguito del finanziamento regionale 2019 (DGR 2318/2019) in materia di caregiver, ha attivato diversi progetti a sostegno dei caregiver guidati da realtà territoriali.
    Tra queste, il Consorzio Aldebaran con “Re.Care – Cura e Resilienza”, un progetto di sostegno psicologico per piccoli gruppi di caregiver, che aiuta queste persone ad affrontare il compito di prendersi cura dei propri cari. Il progetto “Re.Care”, attivo dai primi di luglio, nasce con lo scopo di fornire supporto, informazioni e formazione sul ruolo del caregiver, trattando diversi temi rilevanti: dalla gestione di malati con decadimento cognitivo (es. Alzheimer, demenza senile), all’accettazione delle emozioni a seguito di un lutto e/o una malattia, fino alle informazioni pratiche sui servizi a disposizione nel territorio.
    Gli incontri sono condotti da psicologi professionisti e si rivolgono a coloro che sentono il bisogno di uno spazio di condivisione e confronto per poter superare difficoltà emotive attivando risorse e strategie per la risoluzione delle stesse.
    Calendario dei prossimi incontri
    Modulo 2. “Accettazione di una condizione che non posso cambiare”
    – 6 ottobre 2021 – conduce Marco Lorusso, psicologo, neuropsicologo, Cooperativa Società Dolce
    Modulo 3. “Lutto ed emozioni complicate”
    – 29 settembre 2021 – conduce Silvia Candido, psicologa, psicoterapeuta, Cooperativa Cadiai
    – 20 ottobre 2021 – conduce Marco Lorusso
    Modulo 4. “”Servizi a disposizione nel territorio (pubblici, privati e convenzionati)”
    – 17 novembre 2021 – conduce Silvia Candido
    – 1 dicembre 2021 – conduce Marco Lorusso
    Tutti gli incontri, della durata di un’ora e mezza ciascuno, si svolgono in modalità online.
    Partecipazione gratuita. Iscrizione obbligatoria.
    Per informazioni: CONSORZIO ALDEBARAN
    Guido Casamichiela
  • Prendersi cura delle persone affette da Alzheimer

    Il 21 settembre ricorre la Giornata Mondiale dell’Alzheimer, istituita nel 1994 dall’OMS con l’intento di sensibilizzare e informare l’opinione pubblica su questa grave malattia che colpisce circa 40 milioni di persone nel mondo.
    In Italia, si stima che siano circa 70 mila i nuovi casi di Alzheimer all’anno, che raggiungono i 150 mila (1,2 milioni in totale) se si contano tutte le forme di demenza: numeri importanti, che devono far riflettere sull’impatto di queste malattie.

    Società Dolce nei suoi servizi residenziali e diurni rivolti ad anziani ha sempre dedicato particolare attenzione alle persone affette da queste malattie e alle loro famiglie, coinvolgendoli in attività e progetti appositamente pensati per loro.
    Tra i progetti più recenti, ci sono il progetto “cuscini sensoriali” avviato al centro diurno Il Melograno di Bologna e quello, ancora in fase conclusiva di formazione, sulla “doll therapy” attivato presso i centri diurni di Parma.

    Centro Diurno “Il Melograno”: il progetto “cuscini sensoriali”
    Dal 1° settembre, presso il centro diurno anziani “Il Melograno”, è partito il progetto “Cuscini Sensoriali”, a cura di e supervisionato da Marco Lorusso, neuropsicologo. Il progetto si rivolge agli ospiti del centro affetti da demenza di grado moderato-grave, che presentano disturbi comportamentali e consiste nel fornire una stimolazione visiva e tattile ai malati attraverso l’impiego di cuscini colorati ricoperti di tasche, bottoni, nastri e zip, detti appunto “cuscini sensoriali”.
    Questa attività si ispira all’approccio Snoezelen, nel quale si sostiene che una stimolazione multisensoriale comporti, nelle persone affette da demenza, diversi effetti positivi, quali ad esempio: una facilitazione della comunicazione e dell’interazione; il miglioramento dell’umore e di stati affettivi positivi; una diminuzione dello stress nei caregiver.
    Tra le “terapie non farmacologiche” utilizzate nel deterioramento cognitivo, la stimolazione sensoriale rappresenta un importante supporto poiché, lavorando appunto sui sensi della persona, non presuppone necessariamente l’esistenza di abilità cognitive e per questo è utilizzata per lavorare con persone con un grado di decadimento severo, frutto di demenza in fase avanzata o di gravi traumi acquisiti.

    Centri diurni di Parma: il progetto “Doll therapy”
    In fase conclusiva, invece, è la formazione degli operatori dei centri diurni “Bice Leoni” e “Monsignor Bonicelli” di Parma dedicata alla Doll Therapy, anch’essa terapia non farmacologica adottata con pazienti affetti da demenze degenerative.
    Questo approccio consiste nel fornire una bambola con precise caratteristiche ai pazienti in specifici contesti terapeutici: la bambola rappresenta un oggetto simbolico della relazione d’aiuto e, attraverso l’accudimento della stessa, la persona attiva relazioni significative di tipo sensoriale ed affettivo. Come i “cuscini sensoriali”, anche la bambola terapeutica comporta un miglioramento dell’umore e della qualità della vita, diminuendo anche in questo caso lo stress dei caregiver.
    La formazione degli operatori, che ha subito un rallentamento a causa della pandemia, è stata seguita dal Centro Ammonis e dall’associazione Innovative Elder Research, importanti realtà dedite alla cura di malattie come Alzheimer e demenza senile. Entrambe sono state guidate da Ivo Cilesi, “papà” della Doll Therapy e grande esperto degli approcci non farmacologici per persone con demenza, prematuramente scomparso all’inizio del 2020 a causa del Covid.
    Il percorso formativo, ormai terminato, darà vita nei prossimi mesi a un progetto dedicato alla Doll Therapy che si svolgerà nei due centri diurni di Parma.

    (photo @freepik)