Papa Giovanni XXIII

L’attuale edificio destinato a Residenza Sanitaria per Anziani (RSA) risale alla seconda metà degli anni Trenta dello scorso secolo, quan­do la società Dalmine decise di istituire una Colonia crenoterapica per i figli dei propri dipendenti, ai quali offrire le cure delle acque termali di Trescore.

Fino a quel periodo, dove oggi si trova il parco pubblico e il Centro anziani, sorgevano abitazioni che ospitavano una ventina di famiglie. Originariamente la proprietà era della famiglia di Antonio Bartoli che vi aveva impiantato, all’inizio del XX secolo, un’azienda per la pro­duzione e la selezione del seme dei bachi da seta, attività allora fiorente a Trescore dove esisteva anche lo stabilimento bacologico nazionale presieduto dal più volte sindaco cav. Pietro Ambiveri, pre­sidente europeo degli allevatori.

Il nucleo centrale dell’edificio, nella parte prospiciente via Resistenza, prima delle modifiche apportate da Bartoli e dalla Dalmine, risale al secolo XVI: a tale epoca appartengono alcuni affreschi opportunamente restaurati.

La località, oggi compresa tra la stessa via Resistenza e via Damiano Chiesa, chiamata Molèta e sui registri dell’archivio parrocchiale “la Muletta”, nella seconda metà del Quattrocento risulta posseduta dalla famiglia Casali: piccoli proprietari terrieri che, sino all’estinzione a fine Ottocento, hanno dato alla comunità di Trescore validi amministratori pubblici, sacerdoti e religiosi.

Il trasferimento della RSA in questa sede è avvenuto nel novembre del 2003 con l’inserimento degli ospiti dalla Casa di riposo par­rocchiale che aveva sede in via Locatelli, di fianco alla chiesa.

La struttura residenziale oggi può ospitare 61 anziani non autosufficienti provenienti da Trescore Balneario e dal territorio provinciale e 8 anziani per il centro diurno integrato.

Servizi residenziali

61 anziani

Ricettività

si

Posti disponibili

Informazioni

Per informazioni:

Paolo Vietti (Coordinatore Responsabile)
Pedrini Miriam (Coordinatrice)
Tel: 035.9491667
mail rsa.cdi.trescore.b@societadolce.it

Ricettività

61 anziani, alloggiati in 20 stanze doppie, 9 singole e 4 triple.

Posti disponibili

si

Accesso:

L’accesso alla R.S.A., con 61 posti letto tutti accreditati, è riservato ad utenti con età superiore ai 65 anni in condizioni di non autosufficienza o fragilità sociale e avviene con la presentazione della domanda, da parte dell’interessato o di un familiare o del tutore nei casi di incapacità previsti dalla legge, presso l’Ufficio Amministrativo, redatta su apposito modulo ed allegati.
E’ previsto un periodo di prova, della durata variabile da 15 a 30 giorni, che consente al Direttore Sanitario, di valutare l’idoneità alla vita di comunità.

L’accesso alla R.S.A. è prioritario nell’ordine:
• ai residenti nel Comune di Trescore Balneario;
• ai residenti nei Comuni della Valle Cavallina;
• ai residenti della Provincia di Bergamo e altri Comuni.
La domanda viene esaminata e valutata dal Direttore Sanitario della R.S.A., che ne valuta le condizioni di accesso al servizio.
Al fine di rendere più agevole la scelta dell’ingresso da parte del futuro ospite e dei suoi famigliari, la Direzione ha elaborato precise procedure di inserimento e di accettazione.
Attraverso una sinergia tra il personale di accoglienza e di famigliari si attua un percorso di “attenzione e sostegno” al nuovo ospite.

Servizi offerti

Presso la R.S.A. vengono erogati i seguenti servizi:
Sono compresi nella retta:
• progetti assistenziali individualizzati (PA.I.) definiti dopo valutazione multidimensionale
• assistenza medica
• assistenza infermieristica
• assistenza psicologica
• igiene e cura della persona
• vitto ed alloggio
• terapia della riabilitazione in palestra attrezzata
• interventi animativi-educativi
• servizio religioso
• parrucchiere
• barbiere
• pedicure/podologo
• servizio lavanderia per ospiti
• saletta con angolo bar
• camera mortuaria

Non sono compresi nella retta:
• Servizio di Trasporto